Nanorestore Cleaning®

Panoramica

I prodotti della linea Nanorestore Cleaning® sono particolarmente efficaci nella rimozione di materiale grasso e polimeri organici da substrati porosi. Sono in grado di offrire prestazioni non raggiungibili coi tradizionali solventi organici e rappresentano un'innovazione unica per la conservazione dei beni culturali. Nonostante il basso contenuto in solventi organici, la nanostruttura di questi sistemi ne garantisce un'elevata capacità detergente.
MB EAPC EAPC new packaging
Formulazioni Disponibili
Nanorestore Cleaning®
Polar Coating S
Fluido nanostrutturato a base acquosa contenente un tensioattivo anionico e una miscela di 1-pentanolo, etil acetato e propilene carbonato. Questa formulazione è ideale per la rimoazione di polimeri sintetici di natura polare (protettivi, consolidanti, adesivi), come acrilici e vinilici, e vernici naturali e sintetiche (invecchiate). 50 €/L
Nanorestore Cleaning®
Polar Coating B
Fluido nanostrutturato a base acquosa contenente un tensioattivo non ionico (alcol etossilato) e una miscela di metil etil chetone (MEK) e 2-butanolo. Questa formulazione è ideale per la rimoazione di polimeri sintetici di natura polare (protettivi, consolidanti, adesivi), come acrilici e vinilici, e vernici naturali e sintetiche (invecchiate). Può essere utilizzata con successo nel caso in cui la presenza di sali non sia trascurabile. 50 €/L
Nanorestore Cleaning®
Polar Coating G
Fluido nanostrutturato a base acquosa contenente un tensioattivo non ionico (alcol etossilato) e una miscela di metil etil chetone (MEK), 2-butanolo, etil acetato e propilene carbonato. Questa formulazione è ideale per la rimoazione di polimeri sintetici (protettivi, consolidanti, adesivi), come acrilici e vinilici, e vernici naturali e sintetiche (invecchiate). Può essere utilizzata con successo nel caso in cui la presenza di sali non sia trascurabile. 50 €/L
Nanorestore Cleaning®
Apolar Coating
Microemulsione olio-in-acqua contenente un tensioattivo anionico e una miscela di 1-pentanolo e xilene. Questa formulazione è ideale per la rimozione di polimeri sintetici e naturali mediamente polari o apolari. 50 €/L
Nanorestore Cleaning®
Test Kit
Questo kit include 100 ml di ciascuna delle formulazioni della linea Nanorestore Cleaning®. Può essere utilizzato per test preliminari, di modo da selezionare la miglior formulazione per il vostro caso specifico. 40 €

I prezzi sono da intendersi IVA esclusa
Informazioni Tecniche

Quando si usano?

Le formulazioni della linea Nanorestore Cleaning® possono essere utilizzate per rimuovere sporcizia, materiale grasso, o polimeri organici (anche invecchiati) dalla superficie di opere d'arte (porose), allo scopo di ovviare agli inconvenienti dell'utilizzo dei metodi di pulitura tradizionali (ad esempio, il controllo limitato dell'azione pulente di solventi organici puri, la rideposizione del materiale disciolto all'interno del substrato poroso, o i problemi legati alla tossicità non trascurabile di tali sostanze).

Come funzionano?

Le formulazioni della linea Nanorestore Cleaning® possiedono eccellenti proprietà detergenti grazie alla loro elevata superficie interfasale e all'azione combinata di solventi e tensioattivi. A livello pratico, i fluidi nanostrutturati, come le microemulsioni e le soluzioni micellari, sono in grado di ammorbidire e rimuovere il materiale organico tramite un meccanismo differente da quello che si ha con l'utilizzo di solventi organici o miscele di essi. In generale, la rideposizione del materiale rimosso all'interno della porosità dei materiali dell'opera d'arte è limitata se confrontata con ciò che avviene con l'utilizzo di solventi. Inoltre l'impatto ambientale è minimizzato, mentre aumenta la sicurezza dell'operatore. Infine, tutte le formulazioni della linea Nanorestore Cleaning® possono essere caricate sui gel della linea Nanorestore Gel® ottenendo un sistema combinato che garantisce un miglior controllo sull'azione pulente, che permette di estendere il campo di applicabilità anche ai supporti più sensibili all'acqua.

Come si usano?

Le microemulsioni olio-in-acqua possono essere caricate su un tradizionale impacco di polpa di cellulosa e applicati sulla superficie dell'oggetto d'arte. L'impacco assorbe il materiale indesiderato, se questo viene rimosso direttamente durante l'azione del sistema detergente. In alternativa, il materiale organico indesiderato può essere asportato tramite una leggera azione meccanica subito dopo la rimozione dell'impacco. In alcuni casi, per completare l'intervento di pulitura, è consigliabile sciacquare con aqcua, di modo da eliminare eventuali residui di tensioattivo.

Per ulteriori informazioni, si consiglia di fare riferimento alla scheda tecnica.

Bibliografia essenziale



1. Piero Baglioni e David Chelazzi, Nanoscience for the Conservation of Works of Art, Royal Society of Chemistry, 2013

2. Piero Baglioni, David Chelazzi e Rodorico Giorgi, Nanotechnologies in the Conservation of Cultural Heritage: A Compendium of Materials and Techniques, Springer, 2014
Per questioni tecniche:

assistenza@csgi.unifi.it


Per effettuare un ordine o per questioni amministrative:

products@csgi.unifi.it


Prodotti sviluppati nell'ambito dei Progetti UE NANOFORART e NANORESTART